DE SCIENTIA VENANDI PER AVES TAVOLE LIGNEE Collezione SIQILLIYYA (Sulla scienza della caccia con gli uccelli) Kitāb al-mutawakkilī.

13 Pins67 Volgers
Il probabile autore, Ḥunayn ibn Isḥāq, raffigurato nel capolettera d'un manoscritto dell'Isagoge di Porfirio  Hunayn ibn Ishaq   Capolettera d'un manoscritto dell'Isagoge raffigurante Hunayn ibn Ishaq Hunayn ibn Ishaq (in siriaco Hunein Bit Ishak), in arabo: أبو زيد حنين بن إسحاق العبادي, Abū Zayd Ḥunayn ibn Isḥāq al-ʿIbādī (al-Hira, 808 – Samarra, 873) è stato un medico, traduttore, filosofo e scienziato arabo, oriundo di Siria, notissimo in Oriente e in Occidente per la sua opera di…

Il probabile autore, Ḥunayn ibn Isḥāq, raffigurato nel capolettera d'un manoscritto dell'Isagoge di Porfirio Hunayn ibn Ishaq Capolettera d'un manoscritto dell'Isagoge raffigurante Hunayn ibn Ishaq Hunayn ibn Ishaq (in siriaco Hunein Bit Ishak), in arabo: أبو زيد حنين بن إسحاق العبادي, Abū Zayd Ḥunayn ibn Isḥāq al-ʿIbādī (al-Hira, 808 – Samarra, 873) è stato un medico, traduttore, filosofo e scienziato arabo, oriundo di Siria, notissimo in Oriente e in Occidente per la sua opera di…

Federico II FEDERICO II DI SVEVIA, IMPERATORE, RE DI SICILIA E DI GERUSALEMME, RE DEI ROMANI Federiciana (2005) di Norbert Kamp FEDERICO II DI SVEVIA, IMPERATORE, RE DI SICILIA E DI GERUSALEMME, RE DEI ROMANI. - Nacque il 26 dicembre 1194, due giorni dopo che il padre, l'imperatore Enrico VI di Svevia, era stato incoronato a Palermo re di Sicilia, a Jesi nelle Marche (provincia di Ancona), dove la madre, la quarantenne imperatrice Costanza, figlia postuma di Ruggero II di Sicilia, si era…

Federico II FEDERICO II DI SVEVIA, IMPERATORE, RE DI SICILIA E DI GERUSALEMME, RE DEI ROMANI Federiciana (2005) di Norbert Kamp FEDERICO II DI SVEVIA, IMPERATORE, RE DI SICILIA E DI GERUSALEMME, RE DEI ROMANI. - Nacque il 26 dicembre 1194, due giorni dopo che il padre, l'imperatore Enrico VI di Svevia, era stato incoronato a Palermo re di Sicilia, a Jesi nelle Marche (provincia di Ancona), dove la madre, la quarantenne imperatrice Costanza, figlia postuma di Ruggero II di Sicilia, si era…

• TAVOLA VIII cm 44 x 19,5 x 2,5 SANTO EMIRO CON CARTIGLIO Il supporto è notevolmente danneggiato, con fori di tarlo e gallerie “a tarlo lungo”; la pellicola pittorica, che presenta zone erose e danni che sembrano volontariamente inflitti, è comunque aderente e solida. Figura maschile frontale, nimbata, con naso aquilino, turbante, abito rosso e guanti. La mano destra sostiene un cartiglio con segni di pseudoscrittura che passa dietro la testa, mentre la sinistra sul petto sembra reggere…

• TAVOLA VIII cm 44 x 19,5 x 2,5 SANTO EMIRO CON CARTIGLIO Il supporto è notevolmente danneggiato, con fori di tarlo e gallerie “a tarlo lungo”; la pellicola pittorica, che presenta zone erose e danni che sembrano volontariamente inflitti, è comunque aderente e solida. Figura maschile frontale, nimbata, con naso aquilino, turbante, abito rosso e guanti. La mano destra sostiene un cartiglio con segni di pseudoscrittura che passa dietro la testa, mentre la sinistra sul petto sembra reggere…

Leopardo da Caccia "I leopardi e i falchi servivano per la caccia, come anche i cani dei quali vengono nominati espressamente alcuni molto grandi e feroci come anche quelli da salotto estremamente piccoli" (ELZE 1986, p. 206). Guardiani e custodi di tutti gli animali esotici erano i saraceni di Lucera, che in Alta Italia come in Germania "venivano spesso osservati con stupore non inferiore a quello che si aveva per gli animali esotici" (ELZE 1986, p. 207).

Leopardo da Caccia "I leopardi e i falchi servivano per la caccia, come anche i cani dei quali vengono nominati espressamente alcuni molto grandi e feroci come anche quelli da salotto estremamente piccoli" (ELZE 1986, p. 206). Guardiani e custodi di tutti gli animali esotici erano i saraceni di Lucera, che in Alta Italia come in Germania "venivano spesso osservati con stupore non inferiore a quello che si aveva per gli animali esotici" (ELZE 1986, p. 207).

Falco preda Lepre nel cuore della Joaria, una delle originali torri del palazzo normanno oggi inglobata in altri edifici. Le aperture alle pareti sono antiche bocche per l'immissione d'aria fredda e calda condotta attraverso intercapedini tra un muro e l'altro. Sulla sinistra si accede alla sala più interessante del palazzo: la sala di Ruggero II, la cui decorazione richiama la sottostante Cappella Palatina. Un alto zoccolo di lastre marmoree incorniciate da strisce musive fa da preludio al…

Falco preda Lepre nel cuore della Joaria, una delle originali torri del palazzo normanno oggi inglobata in altri edifici. Le aperture alle pareti sono antiche bocche per l'immissione d'aria fredda e calda condotta attraverso intercapedini tra un muro e l'altro. Sulla sinistra si accede alla sala più interessante del palazzo: la sala di Ruggero II, la cui decorazione richiama la sottostante Cappella Palatina. Un alto zoccolo di lastre marmoree incorniciate da strisce musive fa da preludio al…

Libro de los animales que caçan Libro de los animales que caçan Autore	Alfonso X il Saggio? 1ª ed. originale	XIII secolo Genere	trattato Lingua originale	spagnolo Nell'ambito della letteratura di Alfonso X il Saggio, il Libro de los animales que caçan (lett.: "libro degli animali che cacciano") è un'opera letteraria spagnola, relativa alla falconeria, ed è il primo trattato del suo genere composto in Spagna.  Re Alfonso X (regno 1252-1284) scrisse alcune opere sulla caccia, la cacciagione e…

Libro de los animales que caçan Libro de los animales que caçan Autore Alfonso X il Saggio? 1ª ed. originale XIII secolo Genere trattato Lingua originale spagnolo Nell'ambito della letteratura di Alfonso X il Saggio, il Libro de los animales que caçan (lett.: "libro degli animali che cacciano") è un'opera letteraria spagnola, relativa alla falconeria, ed è il primo trattato del suo genere composto in Spagna. Re Alfonso X (regno 1252-1284) scrisse alcune opere sulla caccia, la cacciagione e…

• TAVOLA IX cm 43 x 20,5 x 2,5 MORO CHE CACCIA COL FALCONE Legno del retro deteriorato da innumerevoli fori di tarlo, di consistenza spugnosa; pellicola pittorica sbiadita e con piccole lacune ma stabile. Una scheggia è stata incollata con colla vinilica (reversibile). Figura maschile frontale rivolta a destra, dai lineamenti africani, cappello rosso conico orlato di bianco, con guanto. Il soggetto è colto nell’atto di lanciare con la mano sinistra il falcone, che si avventa su un uccello…

• TAVOLA IX cm 43 x 20,5 x 2,5 MORO CHE CACCIA COL FALCONE Legno del retro deteriorato da innumerevoli fori di tarlo, di consistenza spugnosa; pellicola pittorica sbiadita e con piccole lacune ma stabile. Una scheggia è stata incollata con colla vinilica (reversibile). Figura maschile frontale rivolta a destra, dai lineamenti africani, cappello rosso conico orlato di bianco, con guanto. Il soggetto è colto nell’atto di lanciare con la mano sinistra il falcone, che si avventa su un uccello…

• TAVOLA XI cm 42 x 21 x 2,3 EMIRO CON FALCONE SUL GUANTO Tavola considerevolmente tarlata, deteriorata, mancante sui bordi di diversi pezzi, attraversata orizzontalmente da una lesione profonda e da un’altra più limitata; la pellicola pittorica è stesa sulle irregolarità della superficie ed è fragile e sollevata. Tracce di colore rosso della decorazione macchiano il verso. Nelle nicchie del legno è stato rinvenuto un minuscolo chiodino di metallo dorato. Figura maschile frontale, simile a…

• TAVOLA XI cm 42 x 21 x 2,3 EMIRO CON FALCONE SUL GUANTO Tavola considerevolmente tarlata, deteriorata, mancante sui bordi di diversi pezzi, attraversata orizzontalmente da una lesione profonda e da un’altra più limitata; la pellicola pittorica è stesa sulle irregolarità della superficie ed è fragile e sollevata. Tracce di colore rosso della decorazione macchiano il verso. Nelle nicchie del legno è stato rinvenuto un minuscolo chiodino di metallo dorato. Figura maschile frontale, simile a…

• TAVOLA XIV cm 43,5 x 21,5 x 2 MORO CON FALCONE SUL POSATOIO Il legno del retro è altamente deteriorato dai fori di tarlo, e presenta gallerie “a tarlo lungo” che si riscontrano anche sui margini del recto, ma nonostante il danneggiamento generale, la pellicola pittorica si mostra solida soprattutto nella parte centrale. Figura maschile frontale con barba castana a pizzo, turbante ornato da lunghe piume di fagiano e guanti da falconiere. A sinistra, un uccello sul posatoio che a causa delle…

• TAVOLA XIV cm 43,5 x 21,5 x 2 MORO CON FALCONE SUL POSATOIO Il legno del retro è altamente deteriorato dai fori di tarlo, e presenta gallerie “a tarlo lungo” che si riscontrano anche sui margini del recto, ma nonostante il danneggiamento generale, la pellicola pittorica si mostra solida soprattutto nella parte centrale. Figura maschile frontale con barba castana a pizzo, turbante ornato da lunghe piume di fagiano e guanti da falconiere. A sinistra, un uccello sul posatoio che a causa delle…

Scena di idillio e falconeria di ambiente svevo: Federico II e Bianca Lancia (madre di Manfredi), nel Codex Manesse  Moamin  Una possibile identificazione di Moamyn: Ḥunayn ibn Isḥāq, raffigurato nel capolettera d'un manoscritto dell'Isagoge di Porfirio Moamin (o Moamyn, fl. IX secolo; ... – ...) è il nome con cui nell'Europa medioevale era conosciuto un falconiere arabo del IX secolo, autore di un importante trattato di falconeria, che conobbe un grande fortuna nell'Europa medievale…

Scena di idillio e falconeria di ambiente svevo: Federico II e Bianca Lancia (madre di Manfredi), nel Codex Manesse Moamin Una possibile identificazione di Moamyn: Ḥunayn ibn Isḥāq, raffigurato nel capolettera d'un manoscritto dell'Isagoge di Porfirio Moamin (o Moamyn, fl. IX secolo; ... – ...) è il nome con cui nell'Europa medioevale era conosciuto un falconiere arabo del IX secolo, autore di un importante trattato di falconeria, che conobbe un grande fortuna nell'Europa medievale…


Meer ideeën
De Arte Venandi com Avibus

De Arte Venandi com Avibus

• TAVOLA V                          cm 43,5 x 18 x 3                             SINDBĀD  E IL ROC Il supporto è in discrete condizioni, la pellicola pittorica è abbastanza solida ma presenta alcune lacune.  Figura maschile umana, scalza e con colletto a tre lobi, calzoni al ginocchio e giubba rossi, che viene afferrata con la zampa da un grosso pappagallo bianco, su un prato. Due palme a sinistra e a destra dell’immagine, un cartiglio in parte coperto da pseudoscrittura che passa dietro le…

• TAVOLA V cm 43,5 x 18 x 3 SINDBĀD E IL ROC Il supporto è in discrete condizioni, la pellicola pittorica è abbastanza solida ma presenta alcune lacune. Figura maschile umana, scalza e con colletto a tre lobi, calzoni al ginocchio e giubba rossi, che viene afferrata con la zampa da un grosso pappagallo bianco, su un prato. Due palme a sinistra e a destra dell’immagine, un cartiglio in parte coperto da pseudoscrittura che passa dietro le…

Tavola III                            cm 43 x 22 x 2,5                                     HARŪN AR RAŚĪD  La tavola, in discrete condizioni, presenta sul retro una parziale spaccatura longitudinale che è incollata con una colla vinilica; la pellicola pittorica ha subìto un intervento di pulitura nella zona del volto, altrove è alquanto annerita e piuttosto fragile.  Califfo sul seggio, con un voluminoso turbante rosso coronato e ornato di quello che sembra un “occhio di allah”, e mantellina…

Tavola III cm 43 x 22 x 2,5 HARŪN AR RAŚĪD La tavola, in discrete condizioni, presenta sul retro una parziale spaccatura longitudinale che è incollata con una colla vinilica; la pellicola pittorica ha subìto un intervento di pulitura nella zona del volto, altrove è alquanto annerita e piuttosto fragile. Califfo sul seggio, con un voluminoso turbante rosso coronato e ornato di quello che sembra un “occhio di allah”, e mantellina…

• TAVOLA XVIII ter cm 42,5 x 20,5 x 2,5 IL SANTO MUSULMANO Anche questo elemento, come il precedente, porta su tutt’e quattro i lati il taglio obliquo che ne consentiva il fissaggio. Il retro è molto danneggiato, presenta gallerie “a tarlo lungo”, parti mancanti nel margine sinistro, fra le quali alcune certamente precedenti alla decorazione, e due vistose spaccature; il film pittorico è steso su una grossolana preparazione con significativi avvallamenti e crettature, evidenziabili…

• TAVOLA XVIII ter cm 42,5 x 20,5 x 2,5 IL SANTO MUSULMANO Anche questo elemento, come il precedente, porta su tutt’e quattro i lati il taglio obliquo che ne consentiva il fissaggio. Il retro è molto danneggiato, presenta gallerie “a tarlo lungo”, parti mancanti nel margine sinistro, fra le quali alcune certamente precedenti alla decorazione, e due vistose spaccature; il film pittorico è steso su una grossolana preparazione con significativi avvallamenti e crettature, evidenziabili…

• Tavola III cm 43 x 22 x 2,5 HARŪN AR RAŚĪD La tavola, in discrete condizioni, presenta sul retro una parziale spaccatura longitudinale che è incollata con una colla vinilica; la pellicola pittorica ha subìto un intervento di pulitura nella zona del volto, altrove è alquanto annerita e piuttosto fragile. Califfo sul seggio, con un voluminoso turbante rosso coronato e ornato di quello che sembra un “occhio di allah”, e mantellina d’ermellino. Con la mano sinistra regge un lungo scettro; la…

• Tavola III cm 43 x 22 x 2,5 HARŪN AR RAŚĪD La tavola, in discrete condizioni, presenta sul retro una parziale spaccatura longitudinale che è incollata con una colla vinilica; la pellicola pittorica ha subìto un intervento di pulitura nella zona del volto, altrove è alquanto annerita e piuttosto fragile. Califfo sul seggio, con un voluminoso turbante rosso coronato e ornato di quello che sembra un “occhio di allah”, e mantellina d’ermellino. Con la mano sinistra regge un lungo scettro; la…

TAVOLA XX ter cm 43,5 x 18 x 3 LA SIRENA Il

TAVOLA XX ter cm 43,5 x 18 x 3 LA SIRENA Il

• TAVOLA V                          cm 43,5 x 18 x 3                            SINDBĀD  E IL ROC Il supporto è in discrete condizioni, la pellicola pittorica è abbastanza solida ma presenta alcune lacune.  Figura maschile umana, scalza e con colletto a tre lobi, calzoni al ginocchio e giubba rossi, che viene afferrata con la zampa da un grosso pappagallo bianco, su un prato. Due palme a sinistra e a destra dell’immagine, un cartiglio in parte coperto da pseudoscrittura che passa dietro le…

• TAVOLA V cm 43,5 x 18 x 3 SINDBĀD E IL ROC Il supporto è in discrete condizioni, la pellicola pittorica è abbastanza solida ma presenta alcune lacune. Figura maschile umana, scalza e con colletto a tre lobi, calzoni al ginocchio e giubba rossi, che viene afferrata con la zampa da un grosso pappagallo bianco, su un prato. Due palme a sinistra e a destra dell’immagine, un cartiglio in parte coperto da pseudoscrittura che passa dietro le…

• TAVOLA VII cm 43 x 20,5 x 2,5 MORO DI PROFILO CON ORECCHINO Il legno del retro è molto fragile e tarlato, la pellicola pittorica si presenta solida e aderente alla sottilissima imprimitura. Moro di profilo verso destra, caratterizzato da naso camuso, con turbante ornato di piume di fagiano e gioiello frontale, orecchino a cerchio. Dietro la figura, una cinta muraria con quattro minareti o trono moresco con spalliera. Sul mento si intravede il disegno di una barba che, come per un…

• TAVOLA VII cm 43 x 20,5 x 2,5 MORO DI PROFILO CON ORECCHINO Il legno del retro è molto fragile e tarlato, la pellicola pittorica si presenta solida e aderente alla sottilissima imprimitura. Moro di profilo verso destra, caratterizzato da naso camuso, con turbante ornato di piume di fagiano e gioiello frontale, orecchino a cerchio. Dietro la figura, una cinta muraria con quattro minareti o trono moresco con spalliera. Sul mento si intravede il disegno di una barba che, come per un…

• TAVOLA VIII ter cm 42,8 x 20 x 2,7 BLASONE CON ISTRICE Il retro del legno è integro e solido, come appena sagomato, con la pelosità e le scaglie sollevate dall’ascia del carpentiere, e non è visibile alcun foro di tarlo; per contro, il film pittorico appare fragile con abrasioni, diseguaglianze e affossamenti del legno su cui è applicato il colore. Blasone a scudo appuntato, con istrice passante verso destra su una banda rossa e tre palle disposte a piramide, fondo bianco e cornice…

• TAVOLA VIII ter cm 42,8 x 20 x 2,7 BLASONE CON ISTRICE Il retro del legno è integro e solido, come appena sagomato, con la pelosità e le scaglie sollevate dall’ascia del carpentiere, e non è visibile alcun foro di tarlo; per contro, il film pittorico appare fragile con abrasioni, diseguaglianze e affossamenti del legno su cui è applicato il colore. Blasone a scudo appuntato, con istrice passante verso destra su una banda rossa e tre palle disposte a piramide, fondo bianco e cornice…

Sendebar  Manuscrito del Sendebar. El Sendebar, también llamado Syntipas o Libro de los engaños (debido a su título completo, Libro de los engaños e los asayamientos de las mujeres), es un libro de cuentos o exempla castellano de mediados del siglo XIII, que recoge una colección de cuentos árabes que a su vez proceden de la tradición cuentística persa o hindú.

Sendebar Manuscrito del Sendebar. El Sendebar, también llamado Syntipas o Libro de los engaños (debido a su título completo, Libro de los engaños e los asayamientos de las mujeres), es un libro de cuentos o exempla castellano de mediados del siglo XIII, que recoge una colección de cuentos árabes que a su vez proceden de la tradición cuentística persa o hindú.

Pinterest
Zoek